Dieta del Minestrone: 5kg in 7 giorni con queste ricette!

Dieta del Minestrone: 5kg in 7 giorni con queste ricette!

L’invenzione, se così possiamo definirla, della dieta del minestrone pare riemergere, corredata da un nuovo nome come fosse una legenda, ogni 10 o 15 anni. C’è chi parla di una non specificata clinica statunitense, chi dell’Ospedale del Sacro Cuore di Montreal, in Canada, chi addirittura del reparto di cardiologia di un ospedale di Barcellona.

Quel che è certo è che il minestrone, un classico intramontabile della nostra gastronomia, può rivelarsi, se preparato secondo una ricetta particolarmente selettiva, alleato imbattibile contro il peso in eccesso.

Minestrone disintossicante, minestrone dimagrante, minestrone brucia grassi… Una preparazione semplicissima che ti aiuterà a perdere peso in gran fretta, indicatissima per chi volesse far sparire i chili di troppo e affinare la propria silhouette!


Perché la dieta del minestrone bruciagrassi è tanto efficace?

Si tratta di uno dei regimi dietetici più radicali1 per la diminuzione del peso: porta a perdere fino a 5 chili in una settimana. Da notare, però, che il calo appare evidente soprattutto dal terzo giorno.

A partire dalla fine del terzo giorno, infatti, di pari passo con l’assunzione straordinaria di fibre, sali e vitamine contenuti nelle verdure, noterete una perdita di peso di 2-3 kg. Alla fine del settimo giorno avrete perso tra i 5 e i 7 kg. Notevole, vero?

È altrettanto certa, però, la ripresa dei chili nelle settimane seguenti, quando vengono reintrodotti, tutti in una volta, carboidrati e grassi. L’effetto yo-yo è quasi garantito…


Gli ingredienti della dieta del minestrone

Abbiamo a che fare con una zuppa altamente ipocalorica: non prevede l’utilizzo di pasta, ovviamente, ma neppure di cereali, patate o legumi.

Fare un calcolo preciso delle calorie di un minestrone non è certo semplice, data la lunga lista di ingredienti: lo stesso vale per questa specifica ricetta. Di sicuro c’è solo che le calorie contenutevi, al pari dell’apporto energetico che queste sono in grado di garantire, sono davvero minime.

una mano che taglia del cavolo verza, ingrediente principale del minestrone bruciagrassi
Il cavolo: l’ingrediente principale della dieta del minestrone

Proponiamo di seguito tre versioni della dieta, per permetterti di scegliere quella che più ti attira!

Ricetta 1 – Dieta standard

Ingredienti:

  • Cavolo
  • Pomodori a cubetti
  • Peperoni verdi
  • Cipolle
  • Carote

In aggiunta, si possono valutare i porri, le rape, la verza. Parecchia acqua a ricoprire, sale e pepe quanto basta.

Una volta messi insieme tutti gli ingredienti, farli cuocere in una pentola capiente a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto, fino a che non saranno morbidi e perfettamente amalgamati. Godersi il minestrone ben caldo, con l’aggiunta di zenzero, paprika e curry, a discrezione.

Ricetta 2 – Dieta militare

Ingredienti:

  • Cipolle
  • Peperoni rossi
  • Sedano
  • Pomodori pelati

Questo tipo di dieta prevede anche del brodo di pollo.

Ricetta 3 – La nostra variante

Ingredienti:

  • Cavolo
  • Cipolle
  • Peperoni
  • Funghi freschi
  • Spinaci
  • Brodo vegetale
  • Aglio

Per insaporire ci piace puntare sull’origano, sul basilico e sul prezzemolo, verso la fine della cottura.

Idee per lo schema settimanale

  • Giorno 1: minestrone a colazione, pranzo e cena + frutta illimitata. Si raccomandano il melone e l’anguria; sono sicuramente da evitarsi le banane. Le bevande ammesse, oltre all’acqua, sono: caffè e tè non zuccherati e succo di mirtillo.
  • Giorno 2: minestrone a colazione, pranzo e cena + verdure verdi. Si escluda la frutta, questa volta. Senza frutta. Le verdure crude o cotte possono essere consumate in quantità illimitata insieme alla zuppa, ad eccezione di mais, piselli e fagioli. Una patata al forno – condita con una noce di burro, a voler essere generosi con sé stessi – può essere mangiata, a cena.
  • Giorno 3: minestrone a colazione, pranzo e cena + frutta, riprendendo lo schema del primo giorno.
  • Giorno 4: minestrone a colazione, pranzo e cena + banane. Mangiare almeno tre e fino a otto banane e bere una quantità illimitata di latte scremato. Il quarto giorno dovrebbe frenare il desiderio di dolciumi!
  • Giorno 5: minestrone a colazione, pranzo e cena + carne magra (300g) e fino a sei pomodori freschi. Bere 6-8 bicchieri d’acqua per eliminare gli acidi dal corpo. Pollo al forno o alla griglia (senza pelle) o pesce possono sostituire il manzo in un pasto.
  • Giorno 6: minestrone a colazione, pranzo e cena + verdure + carne (300g).
  • Giorno 7: minestrone a colazione, pranzo e cena + verdure + riso integrale + succo di frutta non zuccherato.


I vantaggi della dieta del minestrone

Il peso cala in fretta, con l’organismo che ricerca energia nelle riserve a disposizione. L’elevata quantità di liquidi della preparazione è un ottimo inibitore dell’appetito, la zuppa in sé ha un altissimo potere saziante!

Non c’è nulla da misurare, esaminare o dosare; nessun astruso menù da comporre. Non esistono neppure grandi effetti collaterali o rischi per la salute da considerare. La dieta può essere ripetuta ogni qualvolta si voglia. Va messa in conto, però, un poco di spossatezza, legata alla perdita di tono muscolare.

Il cavolo, da intendersi come la voce solista in mezzo al coro delle altre verdure, è una tra le migliori tipologie di verdura brucia grassi. Ha inoltre proprietà disintossicanti, che lo rendono un alimento perfetto per eliminare tutte le tossine nocive presenti nel corpo. Per non farsi mancare nulla, aiuta anche la digestione.

esempio di variante del minestrone con carote e prezzemolo
Un esempio di minestrone che vi consigliamo

Precauzioni

La difficoltà nel seguire la dieta del minestrone sta innanzitutto nello sforzo di volontà di chi sceglie di seguirla. La minestra in sé è ottima, se preparata a puntino garantisce un’esplosione di sapore a ogni cucchiaiata. Ma qui è la reiterazione a farla da padrone. Gli altri alimenti concessi nella dieta sono piuttosto vari e differenziati, è vero, ma è ugualmente innegabile che i menù ripetitivi e monotoni finiscono presto per annoiare. Già, perché il segreto della zuppa brucia grassi è la continuità nell’assunzione della minestra.

È infatti importante realizzare come, durante la dieta di questa zuppa essenzialmente a base di cavolo, la suddetta preparazione diverrà il cibo principale dei pasti, con un’assoluta soluzione di continuità. Parliamo di una dieta non equilibrata e che sottopone l’organismo ad un forte shock: non per nulla la durata è di 7 giorni soltanto. E non vanno ecceduti!

La zuppa, in teoria, è da consumare al mattino, al pomeriggio e alla sera, per un’intera settimana (è importante rispettare questo periodo per evitare qualsiasi rischio di carenze) e stop. Se il minestrone sarà l’alimento principale della tua dieta, in parallelo è previsto e concesso il consumo anche di altri alimenti: verdure differenti, frutta, carne magra. Con moderazione, ça va sans dire.


Rischi della dieta del minestrone

Alla dieta del minestrone è stata fatta anche una importante battaglia non solo mediatica, ma pure “ospedaliera”. L’American Heart Association (AHA) e gli ospedali i cui nomi sono stati associati alla dieta del minestrone hanno pubblicato disclaimer formali che avvertono il pubblico che non approvano questa dieta. L’Hôpital du Sacré-Coeur de Montréal ha dichiarato in un comunicato stampa che la dieta è contraria a modelli di alimentazione sana e presenta persino potenzialmente pericolosi per la salute. Il Sacred Heart Medical Center (SHMC) di Spokane richiede che le persone non relazionino la dieta con il proprio ospedale, in quanto non la considerano un metodo sicuro o sano di perdita di peso2.


Riferimenti & Approfondimenti:

  1. Zeratsky, Katherine: “What is the Cabbage Soup Diet, and Can It Help Me Lose Weight?” Mayo Clinic https://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/weight-loss/expert-answers/cabbage-soup-diet/faq-20058079
  2. J. Frey, Rebecca PhD: “Cabbage Soup Diet” https://www.msn.com/en-us/news/other/cabbage-soup-diet/ar-AA8mKP

Lascia un commento

Chiudi il menu