La dieta dell’ananas

La dieta dell’ananas

La fama dell’ananas quale frutto capace di bruciare i grassi in eccesso e “acceleratore del metabolismo” ha fatto sì che, negli anni, venisse elaborato un regime dietetico a lui dedicato. La dieta dell’ananas è una dieta efficace per perdere peso, sì, ma che non dovrebbe essere seguita a lungo, a rischio significative carenze nutrizionali.

In questo articolo ti proponiamo tutto ciò che c’è da sapere sulla dieta dell’ananas.


Perchè la dieta dell’ananas funziona?

L’ananas, in generale, fa proprio bene alla salute! Ricco di fibre, potassio, magnesio e vitamine, l’ananas ha proprietà antiossidanti che aumentano rapidamente le scorte di energia. Ha anche poche calorie, quindi è consigliatissimo come complemento per le diete dimagranti.

Come tutti gli altri frutti, l’ananas contiene poche proteine ​​e grassi, ma molto fruttosio, un carboidrato con un basso indice glicemico.

L’ananas è saziante, digestivo, fortemente diuretico (è composto per più dell’85% di acqua), sgonfiante (utile a contrastare ritenzione idrica e cellulite) e antiossidante. Ecco perché la dieta basata su questo gustoso frutto tropicale (le principali piantagioni sono nelle Hawaii, nelle Filippine, in Asia sud-orientale, in America Latina, in Florida e a Cuba) è l’ideale per perdere peso in fretta e disintossicare l’organismo. Nonostante l’efficacia, comunque, il regime alimentare dev’essere seguito solo per 3 o 4 giorni.


In cosa consiste la dieta dell’ananas?

La dieta dell’ananas è abbastanza facile da seguire: basta inserire ananas e cibi a basso contenuto calorico (incluse verdure e proteine animali magre come pollo e tacchino) in tutti i tuoi pasti. Col consumo di tali alimenti, infatti, i rifiuti presenti nel corpo saranno più facili da eliminare e anche il rischio di infiammazione sarà ridotto in maniera sensibile.

La promessa della dieta è semplice: -2 chili in 3 giorni.  L’ananas è ricco di fibre e vitamine: nutrienti che forniscono un senso significativo e duraturo di sazietà. Durante la dieta difficilmente ti ritroverai a patire i morsi della fame e mangerai un frutto ricco di gusto e rinfrescante. Senza contare che le ricette che prevedono l’utilizzo dell’ananas sono sfiziose e numerosissime!

Contenuti in 100 g di ananas:

  • 40 kcal
  • 0,5 g di proteine
  • 0 g di grassi
  • 10 g di carboidrati (di cui 10 g di carboidrati semplici)
  • 1 g di fibre
  • 17 mg di calcio
  • 250 mg di potassio
  • 16 mg di magnesio

I diversi menú

Prima di tutto è appropriato menzionare che non si dovrebbe seguire questa dieta per più di 5 giorni, tipicamente 3 giorni sono piú che sufficienti.

Durante questi 3 giorni dovremo mangiare i nostri cinque pasti abituali: colazione, uno spuntino a metà mattina, pranzo, merenda e cena. Potrebbe quindi essere ideale mescolare le proprietá dell’ananas con le proteine animali, come ad esempio il pollo.

Si consiglia inoltre di bere almeno due litri di acqua al giorno durante questo ciclo del proprio tempo e di non praticare uno sport che comporta uno sforzo fisico eccessivo, poiché potrebbe stressare troppo il corpo.

un ananas a fette su un tagliere

Giorno 1

  • Colazione: pane integrale + due fette di ananas (al naturale o frullato in succo)
  • Pranzo: 200 grammi di petto di pollo con verdure al vapore + due fette di ananas
  • Cena: insalata verde con tonno + due fette di ananas

Giorno 2

  • Colazione: yogurt naturale e fiocchi d’avena + due fette di ananas (al naturale o frullato in succo)
  • Pranzo: 200 g di salmone alla piastra con un cucchiaino di olio d’oliva e un pizzico di sale + due fette di ananas
  • Cena: vellutata di verdure (sedano, carciofo, asparagi, rapa) + due fette di ananas

Giorno 3

  • Colazione: yogurt magro e thè + 2 fette di ananas (al naturale o frullato in succo)
  • Pranzo: filetto di vitello con broccoli al vapore + due fette di ananas
  • Cena: 200 g di petto di tacchino o pollo con insalata verde + due fette di ananas

Bonus

La ricetta per il succo da bere ogni mattina durante la dieta e all’ora dello spuntino? Mescolare il succo di:

  • Mezzo limone
  • Due fette di ananas
  • Un cucchiaino di aceto di mele
  • 250ml acqua.
dieta dell'ananas: ananas in un prato

Punti di forza e di debolezza della dieta

La dieta dell’ananas è una “monodieta”, deve essere seguita solo per tre giorni e per non più di 3 o 4 volte durante il corso di un anno. È quindi molto breve e rappresenta un’alternativa intrigante e stimolante per le persone che non possono seguire regimi dietetici per un periodo più lungo.

Adottando la dieta dell’ananas, anche la perdita di peso sarà effettiva e tangibile. In effetti, l’apporto calorico diminuirà, e non di poco: una riduzione drastica che porterà automaticamente, matematicamente al calo di peso.

Come ogni dieta aggressiva che si rispetti, ne vanno considerati anche gli svantaggi.

È una di quelle che qualche detrattore definirebbe “diete lampo” che, se seguite nel breve, possono dare beneficio all’organismo e sgonfiare il girovita. Perdere un chilo al giorno, anche se per 3 o 4 giorni soltanto, non è certo roba da poco!

È bene sottolineare, in ogni caso, come questi chili scomparsi saranno principalmente d’acqua: è pressoché impossibile perdere così tanta massa grassa in un periodo di tempo talmente ridotto.

l'ingrediente chiave della dieta dell'ananas: un'ananas a fette con un bicchiere di succo

Controindicazioni della dieta dell’ananas

Al pari di ogni altra dieta dimagrante lampo, anche quella a base di ananas comporta un “effetto yo-yo”. E ancora, il fatto che il corpo abbia consumato e assimilato un singolo alimento (legato sì a differenti altri, ma con una presenza preponderante) per un breve ma significativo periodo, porterà automaticamente a una mancanza, che l’organismo stesso vorrà compensare in rapidità.

Anche se l’ananas aiuta a perdere peso e ad eliminare le tossine nocive, il consumo reiterato e in eccesso di un singolo alimento non è mai buona cosa. Quindi, non si superino mai le dosi di ananas indicate nei menù che abbiamo riportato. E se alla fine della dieta non verrà prestata attenzione a quel che si inserisce nel “nuovo” menù, e se non verrà adottato uno stile di vita sano, i chili persi torneranno a reclamare il loro posto su addome, fianchi e cosce. Tralaltro con il rischio di riprendere peso, a volte molto di più di quello che era stato appena eliminato, e con fatica.

L’ultima, ma non meno importante, controindicazione riguarda le persone con problemi ai reni: la dieta dell’ananas non fa di sicuro per loro. Prima di iniziarla, e questo vale invece per tutti, è comunque bene consultare il proprio medico, che saprà ufficializzare se questo regime risulta appropriato alle condizioni del paziente.

Lascia un commento

Chiudi il menu